Mi hanno ragalato un sogno di Bebe Vio



                                                       Titolo: Mi hanno regalato un sogno
                                                                   Autore:   Bebe Vio
                                                                      Pagine  :282
                                            Editore:BUR Biblioteca Univ. Rizzoli (2 novembre 2017)
                                                              ISBN-10: 8817097241
                                                              ISBN-13: 978-8817097246
                                                                         Prezzo : €  14,40

Trama :
Bebe, appena diciottenne, come tutti i ragazzi della sua età ama divertirsi: andare al centro commerciale o ai concerti con le amiche, mettersi in tiro per uscire la sera... Non ci sarebbe nulla di strano se non stessimo parlando di Beatrice Vio che a undici anni, dopo essere stata colpita da una forma di meningite acuta, ha subito amputazioni a gambe e braccia. Ma per Bebe la malattia non è la
fine, anzi rappresenta soltanto una piccola parentesi tra quello che era prima - una bambina con una famiglia fantastica, moltissimi amici e le "tre S" (scuola, scout, scherma) - e quello che è diventata, ovvero un'adolescente felice, con ancora più amici di prima e sempre le "tre S", ma un po' cambiate: oggi frequenta le superiori, ha ormai ricevuto il suo nome-caccia scout (Fenice Radiosa) e ha già vinto diverse medaglie in competizioni paralimpiche di scherma, anche internazionali, di altissimo livello. Eccezionale atleta e insieme ragazza scoppiettante di vita, Bebe si racconta in queste pagine che traboccano di entusiasmo: dalle gare in giro per il mondo alle vacanza all'Elba, dalle figuracce in tv alle gioie delle protesi con tacco, dai faccia a faccia con i suoi miti agli incontri motivazionali che tiene nelle piazze e nelle scuole. E dei suoi sogni. Perché dopo avere fondato con i genitori art4sport (un'associazione onlus che avvicina i ragazzi con disabilità fisiche allo sport), avere fatto la tedofora a Londra 2012 e avere gareggiato con le atlete più forti al mondo... Prefazione di Jovanotti. Introduzione di Luca Pancalli.

Recensione:
 Questo libro è uno delle prime biografie che ho voluto leggere , grazie alle mie amicbe Valentina e Antonella  riesco a leggerle , questo libro me lo ha regalato Anto ed è stato un piacere leggerlo.
Conoscevo la storia di Bebe l'avevo vista in tv ma devo dire che leggere la sua storia , raccontata da lei , ti inonda della grande forza che questa ragazza / donna  ha .
La malattia, i bassi e gli alti  che la vita mette difronte a certe persone. sono dell'idea che Dio mette una certa dose di sofferenza nel nostro cammino ma una sofferenza che sa che possiamo sopportare, una sofferenza che ci dona forza per noi e per il prossimo.Una sofferenza che  porta si dolori  ma anche gioia , Bebe a regalato e continua a regalare  sorrisi, forza di vita e coraggio a chiunque entra a fare parte della sua vita, sia per chi ha la fortuna di conoscerla  fisicamente  sia per chi legge i suoi libri.
Io devo dire  che non so se sopporterei un tale dolore , io sto vivendo il mio di dolore che è un dolore pscologico e non fisico , la mente è il tuo più grande nemico  ed è vero perchè la forza di Bebe di Zanardi e altri personaggi di questo calibro hanno una grande mente , una mente che combatte e supera le avversità della vita.
Sono dell'idea che fare del bene al prossimo faccia del bene a noi stessi , l'unica difficoltà è trovare la tua strada per aiutare il prossimo.
Io la mia ancora non l'ho trovata e ora mai sono vecchietta ma chi sa anche solo vivere poco tempo ma riuscendo a donare quello che sento dentro sarebbe un grande dono.
Bebe io vorrei tanto dare una mano alla tua associazione e l'unico modo  che conosco per ora è pubblicizzarla su questo mio piccolo blog.





L'associazione art4sport

L’Associazione art4sport ONLUS crede nello sport come terapia per il recupero fisico e psicologico dei bambini e dei ragazzi portatori di protesi di arto
La sua missione è quindi quella di utilizzare lo sport come terapia fisica e psicologica per bambini e ragazzi con disabilità fisiche e di promuovere la conoscenza e la pratica dello sport paralimpico in Italia.

Ogni bambino sarà libero di provare a praticare lo sport che preferisce, per puro divertimento o con finalità agonistiche se ce ne sarà l’opportunità e la voglia.
art4sport è ispirata alla storia di Bebe (Beatrice Vio),da qui è nata la decisione di creare un’associazione che fungesse da punto di riferimento per lei e per altri ragazzi con le stesse problematiche e con lo stesso desiderio: praticare sport.
Sul sito troverete tutte le informazioni che volete, potrete fare donazioni e far crescere questa associazione che organizza ogni anno tantissime iniziative in tutta Italia.
http://www.art4sport.org/


E adesso sto leggendo il prossimo libro per tanto alla prossima recensione ;)



1 commento:

Benvenuto/a nella mia vita ... lascia un commento, un giudizio e anche un opinione negativa se vi è... migliorarmi è il mio obbiettivo ^_^
Sarò felicissima di risponderti Ti aspetto!!!! e Grazie per aver fatto parte della mia Vita