Libriamo ragazzi: Vite che non possiamo permetterci


Ed eccoci di nuovo qua .. anche Gennaio se ne sta andando e noi finiremo questo mese che un libro un pò particolare per i nostri ragazzi, ma la storia va ricordata e non dimenticata  e allora ecco qua il libro per questa settimana :

Titolo : Vite che non possiamo permetterci 
(I Robinson. Letture)
Autore :  Zygmunt Bauman,‎
 Marco Cupellaro (Traduttore)
Pagine : 233
Editore: Editori Laterza; 4 edizione (23 maggio 2012)
ASIN: B00885SO2A
Prezzo : € 6.99 kindle € 8.07 flessibile



Trama: 
 Il diritto, l'economia, la cultura, la politica, la religione, i sentimenti al tempo nostro e secondo Bauman.L'arte della nostra vita si può ridurre a una sola tecnica: lo shopping sapiente e coscienzioso. Al quale nemmeno il corpo sfugge. Anche a costo di trasformarci tutti, vecchi e giovani, in una razza di debitori. «Se si potessero paragonare le teorie sociali o i teorici della sociologia a utensili da cucina, Zygmunt Bauman sarebbe sicuramente uno dei coltelli più taglienti»: così dice di lui Citlali Rovirosa-Madrazo alla fine delle loro conversazioni sui grandi temi del nostro presente.Un esempio tra i tanti delle nostre esistenze: nel 2006 solo negli Stati Uniti sono stati eseguiti undici milioni di interventi cosmetici. La pubblicità tipica di una clinica di chirurgia cosmetica (attività che ha ormai dato vita a una enorme e lucrosa industria) è carica di tentazioni cui difficilmente una donna preoccupata per il proprio aspetto riesce a resistere. «E così la storia si ripete per l'ennesima volta: un corpo femminile 'non migliorato' è stato scoperto come 'terra vergine' non ancora messa a coltura. Neanche un centimetro quadrato del corpo di una donna è impossibile da migliorare. La vita è incerta per una donna ancor più che per un uomo e quell'insicurezza è potenzialmente un capitale che nessun uomo d'affari degno di questo nome terrebbe fermo. Poiché nessuna quantità di Botox, per quanto regolarmente applicata, potrà fugare quell'insicurezza, le aziende possono ben sperare in un flusso continuo e crescente di profitti». L'arte della vita, tanto sfaccettata, si può ridurre (questo il messaggio) a una sola tecnica: lo shopping sapiente e coscienzioso. Al quale nemmeno il corpo sfugge. Anche a costo di trasformarci tutti, vecchi e giovani, in una razza di debitori.
 Come vi ho detto è una lettura molto particolare ma i ragazzi devono cominciare  a leggere anche libri più seri e con temartiche che li facciano un pò crescere, spero che a qualcuno possa piacere.

Autore :
Zygmunt Bauman (Poznań, 19 novembre 1925 – Leeds, 9 gennaio 2017[1]) è stato un sociologo, filosofo e accademico polacco di origini ebraiche.
Nato da genitori ebrei a Poznań nel 1925, Bauman fuggì nella zona di occupazione sovietica dopo che la Polonia fu invasa dalle truppe tedesche nel 1939 all'inizio della seconda guerra mondiale. Successivamente, divenuto comunista, si arruolò in una unità militare sovietica. Dopo la guerra, incominciò a studiare sociologia all'Università di Varsavia, dove insegnavano Stanisław Ossowski e Julian Hochfeld. Durante una permanenza alla London School of Economics, preparò la sua maggiore dissertazione sul socialismo britannico che fu pubblicata nel 1959.
Bauman collaborò con numerose riviste specializzate tra cui la popolare Socjologia na co dzień ("La Sociologia di tutti i giorni", del 1964), che raggiungeva un pubblico più vasto del circuito accademico. Inizialmente, egli rimase vicino al marxismo-leninismo ufficiale, per poi avvicinarsi ad Antonio Gramsci e Georg Simmel soprattutto dopo il 1956 e la destalinizzazione.
Nel marzo del 1968, la ripresa dell'antisemitismo, utilizzato anche nella lotta politica interna in Polonia, spinse molti ebrei polacchi a emigrare all'estero; tra questi, molti intellettuali distaccatisi dal regime. Bauman, che aveva perso la sua cattedra all'Università di Varsavia, fu uno di questi. Egli dapprima emigrò in Israele per andare a insegnare all'Università di Tel Aviv; successivamente accettò una cattedra di sociologia all'Università di Leeds, dove dal 1971 al 1990 è stato professore. Dal 1971 ha quasi sempre scritto in lingua inglese. Sul finire degli anni ottanta, si è guadagnato una fama internazionale grazie ai suoi studi riguardanti la connessione tra la cultura della modernità e il totalitarismo, in particolar modo sul nazismo e l'Olocausto. Ha infine ottenuto anche la cittadinanza inglese.Si è spento il 9 gennaio 2017, all'età di 91 anni, nella città di Leeds, dove viveva e insegnava da tempo.
Non ho voluto stringere su questa biografia perchè è molto interessante .
Alcune sue Opere
    I campi: Oriente, Occidente, modernità, in Nazismo, fascismo, comunismo. Totalitarismi a confronto, a cura di Marcello Flores, Milano, B. Mondadori, 
   Globalization: The Human Consequences, 1998.
   Dentro la globalizzazione. Le conseguenze sulle persone, Roma-Bari, Laterza, 1999.
   In Search of Politics, 1999.
   La solitudine del cittadino globale, Milano, Feltrinelli, 2000.
   La società dell'incertezza, Bologna, il Mulino, 1999.     
   Modernità liquida, Roma-Bari, Laterza, 2002..
   Il disagio della postmodernità, Milano, B. Mondadori, 2002
   Voglia di comunità, Roma-Bari, Laterza, 2001    
   Globalizzazione e glocalizzazione, Roma, Armando, 2005.
   Voglia di comunità, Roma-Bari, Laterza, 2001.
   La società individualizzata. Come cambia la nostra esperienza, Bologna, il Mulino, 2002    
   Gli usi postmoderni del sesso, Bologna, il Mulino, 2013.
    Società, etica, politica. Conversazioni con Zygmunt Bauman, con Keith Tester, Milano, R. Cortina, 2002.
    La società sotto assedio, Roma-Bari, Laterza, 2003.
    Parlare insieme o morire insieme: dilemma di tutto il pianeta, in Parabole mediatiche. Fare cultura nel tempo della comunicazione, Bologna, EDB, 2003   
    Amore liquido. Sulla fragilità dei legami affettivi, Roma-Bari, Laterza, 2004.
    Una nuova condizione umana, Milano, V&P, 2003.
    Intervista sull'identità, a cura di Benedetto Vecchi, Roma-Bari, Laterza, 2003.
    L'Europa è un'avventura, Roma-Bari, Laterza, 2006.
    Vita liquida, Roma-Bari, Laterza, 2006.
    Fiducia e paura nella città, Milano, B. Mondadori, 2005.    
     Lavoro, consumismo e nuove povertà, Troina, Città aperta, 2004.
     Vite di scarto, Roma-Bari, Laterza, 2005.
     Paura liquida, Roma-Bari, Laterza, 2008.
    Consumo, dunque sono, Roma-Bari, Laterza, 2008. .
    Modus vivendi. Inferno e utopia del mondo liquido, Roma-Bari, Laterza, 2007.     
     Le vespe di Panama. Una riflessione su centro e periferia, Roma-Bari, Laterza, 2007.
     Individualmente insieme, Reggio Emilia, Diabasis, 2008.
     L'etica in un mondo di consumatori, Roma-Bari, Laterza, 2010.
    Vite di corsa. Come salvarsi dalla tirannia dell'effimero, Bologna, il Mulino, 2009.     
    Capitalismo parassitario, Roma-Bari, Laterza, 2009. 
     L'arte della vita, Roma-Bari, Laterza, 2009.
     Vite che non possiamo permetterci. Conversazioni con Citlali Rovirosa-Madrazo, Roma-Bari, Laterza, 2011.
     Cose che abbiamo in comune. 44 lettere dal mondo liquido, Roma-Bari, Laterza, 2012.
    Lo spettro dei barbari. Adesso e allora, Milano-Roma, Bevivino, 2010. .
    Il buio del postmoderno, Reggio Emilia, Aliberti, 2011. 
     Danni collaterali. Diseguaglianze sociali nell'età globale, Roma-Bari, Laterza, 2013.
     Per tutti i gusti. La cultura nell'età dei consumi, Roma-Bari, Laterza, 2016.
    Conversazioni sull'educazione, in collaborazione con Riccardo Mazzeo, Trento, Erickson, 2012. 
    Conversazioni su Dio e sull'uomo, con Stanisław Obirek, Roma-Bari, Laterza, 2014.
     Sesto potere. La sorveglianza nella modernità liquida, con David Lyon, Roma-Bari, Laterza,       
     Le sorgenti del male, Trento, Erickson, 2013. 
    Lo spirito e il clic. La società contemporanea tra frenesia e bisogno di speranza, 
    Visti di uscita e biglietti di entrata. Paradossi dell'assimilazione ebraica, Firenze, Giuntina, 2014.
    Il demone della paura, Roma-Bari, Laterza-la Repubblica, 2014. 
    Futuro liquido. Società, uomo, politica e filosofia, Milano, AlboVersorio, 2014.
    Stato di crisi, con Carlo Bordoni, Torino, Einaudi, 2015.
    Il ritorno del pendolo. Psicoanalisi e futuro del mondo liquido, con Gustavo Dessal, Trento, Erickson, 2015
    La scienza della libertà. A cosa serve la sociologia, conversazioni con Michael Hviid Jacobsen e Keith Tester, Trento, Erickson, 2014
    La vita tra reale e virtuale, Milano, EGEA, 2014
    La bellezza (non) ci salverà, con Agnes Heller, Trento, Il margine, 2015.
    Il destino della libertà. Quale società dopo la crisi economica?, con Chiara Giaccardi e Mauro Magatti, Roma, Città nuova, 2016.
    Scrivere il futuro, Roma, Castelvecchi, 2016. 
    Stranieri alle porte, Roma-Bari, Laterza, 2016.
     
va be spero vi piaccia questo genere  anche per cambiare un pò e vedere nuove letture e nuovi modi d'espressione.



Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto/a nella mia vita ... lascia un commento, un giudizio e anche un opinione negativa se vi è... migliorarmi è il mio obbiettivo ^_^
Sarò felicissima di risponderti Ti aspetto!!!! e Grazie per aver fatto parte della mia Vita